06/08/2015

Licio Debeljuh: Le opere d’una volta

8/8/2015 - 25/8/2015

Nel terzo anno di programmazione Apoteka propone una mostra diversa. Una mostra di sorpresa, con la quale Apoteka – spazio per l’arte contemporanea indirizza il proprio interesse verso la riscoperta di un contesto locale, il ”ricordo del luogo”, della comunità, i svariati retroscena e i locali (micro) archivi -individuali, privati, pubblici e autoctoni, per una migliore conoscenza di ciò che ci circonda.
Data la plurima produzione visiva del designer, grafico, fotografo, Apoteka – spazio per l’arte contemporane – presenta appena un frammento dell’ operato di Licio Debeljuh.
Attraverso questo squardo volto a ritroso, attraverso la svelazione del nascosto e sconosciuto, dai lavori di Licio abbiamo tratto solamente una piccola parte del suo archivio privato di fotografie.
Trattasi prevalentemente di fotografie del luogo, in veste di una specie di ricerca visiva e sperimentazioni formali svolte con e nel media della fotografia, e di un’ espansione del campo fotografico.
Attraverso la ripetizione del motivo, ne scaturiscono nuove soluzioni che  riconoscimo suddivise in diversi strati; tramite diversimedia, partendo dalla fotografia, attraverso la graficafino alla serigrafia, in una distanza di alcuni decenni;tramite atti formaliquale la colorazione o la re-inquadrazione, sono cambiamenti questi che cicolgono nelle immagini, li si riconoscono affiniall’atmosfera tra il surrealismo e la pop-art. Licio Debeljuh esplora la quotidianità di Dignano,assolve e ne trae una visione veramente vicina, “Merceria”, la strada più lunga di Dignano, quella via medesima nella quale si trova l’ Apoteka.
Con il suo interesse per le immagini vicine e quotidiane,visioni consuete nelle quali interviene e le modifica,mentre le visibili ripetizioni e i mutamenti denotano il peculiare linguaggio come un segno di un linguaggio edespressione di ricerca visiva, narra il ricordo del luogo, la nostalgia e il trascorrere del tempo.

Nato a Pola nel 1949. Vive e lavora a Dignano.
La tendenza della creatività lo porta in diverse direzioni;
nella musica, nella fotografia, alle arti applicate.
Tuttavia, la vita lo conduce alla visualizzazione pratica e al design grafico. La maggior parte del tempo, ha dedicato alla serigrafia industriale e quella d’autore. Ha lavorato anche come editore, gestendo una galleria d’arte. Non ha molto esposto, perchè ha focalizzato la sua attenzione alla ricerca della sua espressione intima.

back to exhibitions